Il fenomeno urbano dei monopattini elettrici a noleggio, che da qualche anno a questa parte impazza soprattutto nelle grandi città, dove la movida è maggiore e di conseguenza attraggono gli afflussi di giovani, continua a far parlare di sé, purtroppo non sempre in chiave positiva. In Italia, dove questi scooter stanno prendendo piede in quasi tutti i grandi centri urbani, continuano a registrarsi numeri sempre più in crescita di incidenti: solo durante i tre mesi dell’ultima estate, nella sola zona di Milano si sono verificati 150 casi di sinistri che hanno coinvolto un monopattino elettrico. Numeri che parlano chiaro: è necessaria, come molti già sottolineano da tempo, una regolamentazione maggiore dell’uso di questi mezzi di trasporto indipendenti, e regole più ferree per evitare altre potenziali situazioni di pericolo.

A Milano, dove si conta la maggioranza di casi di incidenti con monopattini elettrici, una delle società responsabile del loro noleggio ha annunciato che dal 10 Ottobre di quest’anno sarà obbligatorio sottoporsi ad un test per poter noleggiare un apparecchio in determinate fasce orarie. Di nome Voi Technology, il gruppo vanta un numero che si avvicina agli 800 mezzi presenti sul territorio milanese.

Secondo quanto annunciato da Voi, chiunque desideri noleggiare un monopattino tra l’1 e le 4 del mattino nei giorni di sabato e domenica, verrà automaticamente sottoposto ad un breve test tramite l’app (unico tramite per poter accedere ad un veicolo): se il punteggio ottenuto risultasse inferiore al 60%, all’utente verrà automaticamente negato l’accesso al monopattino elettrico.

Si tratta di misure necessarie, tanto che si critica la scelta di non introdurle già prima. Si pensa anche che si tratti di misure non abbastanza effettive: i sinistri non avvengono di certo solo durante quella fascia oraria, o nel weekend. Gli sviluppi futuri dei numeri di incidenti ci daranno più informazioni sul loro esito.